Miglior Concime e Fertilizzante per Bonsai: Quale scegliere e Prezzi

Al momento stai visualizzando Miglior Concime e Fertilizzante per Bonsai: Quale scegliere e Prezzi

Se sei alla ricerca di un fertilizzante equilibrato e adeguato per il tuo bonsai, sei capitato nel posto giusto!

Come dovresti già sapere, il bonsai è una pianta che cresce come un albero in miniatura e, proprio come un albero, necessita di cure e attenzioni continue, affinché possa svilupparsi al meglio e nella maniera più opportuna.

Oltre che a potare i rami della pianta nei tempi corretti, è importante anche nutrirla con l’apposito fertilizzante per bonsai, il quale deve contenere in maniera equilibrata gli elementi chimici indispensabili per la pianta.

Prosegui dunque nella lettura per conoscere il miglior concime per bonsai in circolazione e le modalità giuste per utilizzarlo.

Concimi e fertilizzanti per bonsai più venduti

Le peculiarità dei concimi per bonsai

Il fertilizzante per bonsai, a differenza di altri fertilizzanti, come alcuni concimi per piante grasse, necessitano sempre di una congrua quantità di materia organica, oltre che di minerali e vitamine.

Le alghe brune sono quasi sempre disposte all’interno di un buon concime per bonsai così come i cosiddetti micro-elementi, come calcio e zinco che, comportandosi da chelanti, favoriscono il processo di anti-ossidazione dei rami.

In definitiva, dunque, un concime per bonsai che si rispetti dovrebbe sempre garantire non solo lo sviluppo contenuto dell’albero entro le dimensioni del vaso, ma anche di promuoverne la crescita ottimale di fusto e rami.

Concimare i bonsai: perché è fondamentale?

Non si deve pensare che, poiché i bonsai sono di taglia piccola o molto piccola, allora l’operazione di concimazione può essere trascurata, se non addirittura abolita.

Proprio perché questi alberi crescono all’interno di un vaso, il loro terreno di coltura si depaupera molto in fretta, perdendo in tempi rapidi molti elementi nutritivi.

Un buon fertilizzante dovrebbe, quindi, essere sempre adoperato, per far sì che la pianta riceva, in maniera progressiva, tutti gli elementi di cui ha bisogno. Così come per alcuni concimi azotati per le rose, anche i bonsai necessitano di buone quantità di azoto, insieme a ferro, zinco e manganese.

Oltre che allo sviluppo del fusto, il fertilizzante per bonsai deve anche includere elementi di provenienza organica che inducano una lignificazione eccellente, come le alghe brune.

Come concimare i bonsai

Il bonsai non deve essere percepito come una semplice pianta da ornamento o abbellimento di un giardino o di un interno di una casa ma è un elemento che dialoga apertamente con la natura, della quale ne incardina l’essenza.

Infatti, se sottoposto a cure continue, il bonsai si sviluppa in maniera armonica, pur riuscendo ad auto-contenersi nei limiti del vaso; la migliore modalità per concimare i bonsai è utilizzare un fertilizzante liquido, in modo da provvedere sia all’irrigazione che al nutrimento in un colpo solo.

Il fertilizzante liquido, inoltre, presenta il grande vantaggio di potersi distribuire in maniera uniforme nel terriccio di coltura, cedendo in maniera graduale alla pianta tutti gli elementi di cui ha bisogno. 

Bisogna, ovviamente, riporre attenzione alla modalità con cui si va a diluire il fertilizzante, prima di dedicarsi a nutrire la pianta.

I benefici apportati da una concimazione corretta del bonsai

È logico pensare che solo una concimazione del bonsai ben progettata ed eseguita al meglio, nei tempi giusti, possa poi apportare degli evidenti benefici alla pianta.

In primo luogo, una concimazione ottimale per il bonsai innanzitutto permette alla pianta di poter assorbire nel giusto modo tutti gli elementi e i minerali disciolti, agevolandone anche il processo di fotosintesi, essenziale per supportare le funzioni vitali della pianta.

Un ottimo concime per bonsai assicura inoltre all’albero un’idratazione pressoché continua, evitandone la disidratazione e regolando, in concomitanza, il pH, correggendo l’eccesso di sali e comportandosi dunque da tampone. 

Adoperando il fertilizzante per bonsai nella giusta maniera, inoltre, vengono favoriti i vari processi paralleli, come la fioritura, la lignificazione e la fruttificazione.

Come utilizzare al meglio un concime per bonsai

Il fertilizzante per bonsai dovrebbe essere applicato con maggiore frequenza durante le stagioni più calde, dunque in estate e in primavera, diradandone la somministrazione in inverno e in autunno.

Infatti, nei mesi più caldi, la pianta viene depauperata più in fretta dei propri elementi nutritivi, correndo anche il rischio di disidratarsi; per questa ragione, è sempre preferibile adottare un concime per bonsai in formato liquido, preferendo il concime granulare solo in pochi casi.

Un fertilizzante per bonsai dovrebbe seguire il seguente rapporto di diluizione: circa 9-10 millilitri di concime ogni litro d’acqua, somministrando il concime ogni due settimane nei mesi caldi e una volta ogni tre settimane nei mesi più freddi.

Il fertilizzante ottimale per bonsai: come deve essere composto?

Così come altri tipi di concimi, anche il fertilizzante per bonsai dovrebbe possedere, nella sua formula di composizione, tutti gli elementi chimici necessari in proporzione bilanciata.

In particolar modo, la composizione NPK (Azoto-Fosforo-Potassio) dovrebbe essere all’incirca di 12-6-6 o 10-10-10, preferendo dunque concimi ricchi in azoto nella stagione primaverile (meno calda) e utilizzano concimi più equilibrati durante l’estate.

Durante le stagioni più fredde, dunque in inverno e in autunno, il discorso cambia: è importante abbassare il contenuto in azoto, spingendo maggiormente sulla concentrazione di potassio, che deve permanere elevata se si vuole favorire poi il processo di fioritura e di fruttificazione; a questo scopo, la composizione di un buon fertilizzante per bonsai durante i mesi invernali dovrebbe rispettare la formula NPK 6-6-12.

È importante, però, anche non eccedere nell’altro senso, evitando di iper-nutrire la pianta. Infatti, sia perché i bonsai posseggono radici minime e molto piccole, sia perché i bonsai richiedono, col passare del tempo, meno nutrimento, è bene dosare in modo opportuno il fertilizzante, prima di somministrarlo.

Oltre ai tre elementi cardine, come si diceva all’inizio, il bonsai dovrebbe essere rifornito anche dei giusti micro-elementi, adatti a sostenerne la crescita dei rami e del fusto.

I micro-elementi che non dovrebbero mai mancare sono rappresentati dallo zinco, dal boro e dal manganese, oltre che all’ossido di potassio, tutti dotati di potere chelante.

Classifica dei migliori prodotti di concime per bonsai [Recensioni]

1. Concime liquido per bonsai Compo, da interno e da esterno, 250 millilitri

Il concime liquido per bonsai Compo, da interno e da esterno, nel formato da 250 millilitri, rappresenta un ottimo prodotto per la cura del bonsai, in quanto contiene tutti gli elementi indispensabili per lo sviluppo della pianta.

Adattandosi a tutti i tipi di bonsai, il fertilizzante Compo assicura anche un processo di crescita graduale, senza che si incorra nel rischio di uno sviluppo anomalo e scoordinato di fusto e radici. 

La sua formulazione è molto concentrata e la dose solita può addirittura essere disciolta in due litri di acqua, anziché in uno, proprio a causa di questa ragione.

COMPO Concime Liquido per Bonsai, Per bonsai da interno e da esterno, Con tappo graduato, 250 ml
  • Concime minerale liquido con potassio, Per tutti i tipi di bonsai da interno e da esterno, Ad azione immediata
  • Crescita sana: fornisce alla pianta tutti i principali elementi nutritivi fin dalla prima applicazione, promuovendo una crescita vigorosa e...

2. Fertilizzante liquido premium per bonsai Green24 Hightech, 250 millilitri

Il fertilizzante liquido premium per bonsai Green24 Hightech, nella versione da 250 millilitri, è un prodotto valevole per le esigenze del bonsai, in quanto include elementi preziosi per la sua crescita.

La somministrazione del concime per bonsai viene effettuata adoperata facendo ricorso all’apposito tappo dosatore, con il quale possono misurarsi 10 millilitri di concime, da diluire poi in un litro o un litro e mezzo di acqua.

Poiché il concime è stato ideato in una formula molto concentrata, l’azienda tedesca che l’ha progettato ne ha immesso tutti i principi nutritivi in maniera equilibrata e la sua efficienza è dimostrata, attualmente questo fertilizzante lo si ritrova a prezzi elevati.

GREEN24 Hightech Fertilizzante per La Fertilizzazione di Bonsai, Fertilizzante Liquido Premium dalla Linea Professionale
  • stickstoffbetonter fertilizzante liquido per Bonsai Culture, azoto Plus per più fogli Dimensioni, rapida divisione cellulare, elevata metabolismo,...
  • Rapida disponibilità per le piante grazie ai collegamenti complessi di elevata efficacia.

3. Concime per bonsai spray Garten Glück, 250 millilitri

Il concime per bonsai spray Garten Glück, nel suo formato da 250 millilitri, è venduto in una pratica formulazione spray, comprendente tutti gli elementi necessari per permettere uno sviluppo continuo e sostanziale della pianta.

Questo fertilizzante per bonsai va semplicemente applicato erogando lo spruzzo e dirigendolo sulle foglie e sul terriccio, in maniera tale che i principi vengano assorbiti completamente.

Un grande punto di forza di questo concime per bonsai della Garten Glück è che è stato appositamente formulato anche per rendere la pianta resistente all’azione delle intemperie e degli insetti.

Garten Glück Concime Bonsai Spray - Fertilizzante Bonsai per Crescita Forte e Sana - Rafforza Le Difese - per Bonsai Ficus e Ogni Altro Tipo di Bonsai - Perfetta Aggiunta al Tuo Kit Bonsai, 250 ml
  • 🌳 FAVORISCE CRESCITA FORTE E SANA: Lo spray fornisce al bonsai le sostanze nutrienti di cui ha bisogno per una crescita in perfetta salute;...
  • 🌳 PER UN BONSAI ANCORA PIÙ BELLO: Spruzzando con regolarità Garten Glück Bonsai Care ti assicuri che il bonsai appaia sempre robusto, compatto...

Lascia un commento